More

    Il Web Marketing per l’Arte

    IL WEB MARKETING PER L’ARTE

    ll Web Marketing Culturale è una disciplina recente, nata in risposta alle nuove esigenze di comunicazione e volta a promuovere e valorizzare la proposta artistica delle realtà culturali sul web.

    Negli ultimi mesi abbiamo assistito ad una vera e propria rivalutazione di questa disciplina, in seguito all’epidemia da Covid-19 che ha obbligato l’intero mondo dell’arte a rivedere le proprie strategie di comunicazione per raggiungere il proprio pubblico e promuovere beni e attività. 

    Prima dell’emergenza, la presenza digitale era molto sottovalutata e gli investimenti da parte delle istituzioni limitati. Attraverso l’analisi dei dati sulla presenza online della cultura nella fase pre Coronavirus possiamo fare interessanti valutazioni sul recente sviluppo del web marketing per l’arte e sulle prospettive future che si possono prefigurare.

    Partiamo da un’analisi generale sull’utilizzo della rete internet in Italia: nell’ultimo Report Digital 2019, a cura di We Are Social e Hootsuite emerge che gli utenti internet italiani sono quasi 50 milioni, che equivale all’82% della popolazione, mentre 35 milioni sono gli utenti attivi sui social media, cioè il 58% della popolazione. Tra i social, YouTube viene utilizzato dall’88% degli utenti Internet, segue Facebook con l’80%, Instagram al 64%, Twitter al 34% e, infine, LinkedIn al 31%. Il tempo medio trascorso on-line è circa 6 ore e quello passato sui social è quasi 2 ore.

    Sulla base di questa panoramica generica, vediamo la situazione del mondo dell’arte e della cultura sul web secondo gli ultimi dati ISTAT disponibili, pubblicati a dicembre 2019. 

    Nel nostro paese abbiamo 4.908 musei e istituti similari, pubblici e privati. Incredibilmente poco più della metà delle strutture museali possiede un sito web (51,1%), ma il 48% non è ottimizzato per i dispositivi mobile. Il 69% delle strutture possiede almeno un account sui più importanti social media come Facebook, Twitter o Instagram.

    Un museo su dieci offre la possibilità di visitare virtualmente il proprio istituto, mentre solo il 20% consente l’acquisto online del biglietto. Il 10% dei musei ha effettuato la catalogazione digitale del patrimonio posseduto, e di questi solamente un terzo ha già completato il processo di digitalizzazione.

    Considerando che, nei normali periodi di fruizione culturale, l’83% dei turisti si serve di internet per ricercare informazioni su vacanze e luoghi da visitare e che l’obiettivo delle istituzioni è quello di attirare visitatori possiamo affermare che la situazione pre Coronavirus era tutt’altro che rosea.

    Per quanto riguarda la situazione oggi, dal monitoraggio della reputazione online di 100 luoghi della cultura italiani, realizzato dal Politecnico di Milano per la Direzione generale Musei, si evidenziano quattro aspetti principali:

    1. La chiusura dei musei ha incrementato la loro attività sui canali social, mentre il numero di pubblicazioni di contenuti si sta assestando su valori doppi rispetto al periodo pre-COVID
    2. Su Facebook, Twitter e Instagram, nei mesi di chiusura totale dei musei, il numero di pubblicazioni di post è raddoppiato rispetto al periodo precedente 
    3. Il numero medio di online follower è in continua crescita dal mese di febbraio su tutti i canali social e Instagram si afferma il canale in media più seguito, che ha visto un maggior incremento di follower online

    Alla luce dei recenti sviluppi del web marketing culturale possiamo considerare il bicchiere mezzo pieno.

    Siamo consapevoli che fare web marketing per la cultura sia un lavoro impegnativo, per il quale servono competenze specifiche e risorse economiche. Ad oggi il 64% dei musei non ha figure professionali con competenze legate al digitale, il che significa che i musei saranno in grado di attuare strategie online efficaci e specifiche con l’arrivo delle risorse economiche approvate dal MiBACT e il coinvolgimento di professionalità.

    Se anche tu vuoi implementare la tua strategia di web marketing per la tua attività di artista o professionista nel mondo dell’arte, contattaci

    Art Backers Agency è la prima agenzia di Marketing Culturale e Comunicazione interamente dedicata al mondo dell’Arte 3.0.
    Supportiamo gallerie, musei, istituzioni e brand extra-settore con strategie digitali tra fisico e online.

    Ultimi Articoli

    Tutela, Valorizzazione e Promozione dell’arte

    Tutela, valorizzazione e promozione sono i concetti guida che chi opera nel settore del marketing culturale deve conoscere per gestire e comunicare l’arte.

    Direct Email Marketing e Newsletter: le differenze

    Gli strumenti principali di email marketing sono la DEM acronimo che sta per Direct Email Marketing e la Newsletter, con metodologie e finalità estremamente differenti tra loro, che occorre conoscere per capire quando usare l’una o l’altra.

    E-Learning per l’arte

    Il grande vantaggio dell’e-learning per l’arte è quello di poter imparare direttamente dai grandi artisti e professionisti del settore

    I Marketplace per l’arte

    Oggi sempre più artisti e gallerie sentono l’esigenza di accedere ad un luogo virtuale dove avvengono acquisti che, per il mondo dell’arte, interessano principalmente opere

    Scopri Art Rights

    Scarica l'eBook

    Scopri gli altri articoli