More

    I Marketplace per l’arte

    MARKETPLACE PER L’ARTE

    I Marketplace sono strumenti validi per potenziare la tua digital strategy?

    Acquistare online è ormai un modo per accedere a beni o servizi in modo semplice e rapido. Lo dicono anche i trend che, nell’ultimo anno, hanno visto un forte incremento delle vendite online di opere d’arte: i dati del 2019 parlano di un volume di scambi pari a $5,9 miliardi, rappresentando quindi il 9% delle vendite globali pari a $64,1 miliardi.

    Oggi sempre più artisti e gallerie sentono l’esigenza di accedere ad un luogo virtuale dove avvengono acquisti che, per il mondo dell’arte, interessano principalmente opere più che servizi. Questi spazi sono i marketplace, che generalmente possono essere verticali (unica tipologia di prodotto) o orizzontali (quindi prodotti e servizi diversi): per il mondo dell’arte prevale la prima tipologia.

    Ma facciamo un passo indietro: che cos’è un marketplace?

    Un marketplace è una piattaforma di scambi commerciali in cui artisti e gallerie possono proporre l’acquisto di opere ai collezionisti di tutto il mondo. Ogni utente ha un suo specifico catalogo indicizzato e gestisce gli ordini in autonomia, così come i resi, le transazioni e la documentazione necessaria per vendere l’opera. 

    Per le gallerie il marketplace più famoso è sicuramente Artsy, piattaforma che dichiara di effettuare vendite a cinque cifre fino a 100mila dollari.

    Per gli artisti invece Saatchi Art è la principale galleria d’arte online (oltre 110,000 artisti presenti) che sta ridefinendo l’esperienza di acquisto e vendita d’arte per artisti e buyers.

    Come si accede ad un marketplace? 

    Ciò che contraddistingue queste piattaforme è il sistema dell’affiliazione che ha caratteristiche specifiche stabilite dalla piattaforma, attraverso piani di subscription, programmi di affiliazione e percentuali di commissione sulle vendite.

    Ma perché un artista o una galleria dovrebbe affiliarsi a queste piattaforme? 

    Per prima cosa, i marketplace generano un enorme traffico di utenti, quindi chiaramente ci sono maggiori possibilità di vendere le opere attraverso questo canale.

    In secondo luogo, hanno guadagnato nel tempo una certa affidabilità, sia per quanto concerne il meccanismo delle spedizioni, sia per la semplicità e la sicurezza di acquisto (un aspetto non da poco considerando il valore delle opere d’arte).

    Altri vantaggi che si possono ottenere dai marketplace dell’arte sono l’aumento di visibilità e la crescita di networking. Affiliarsi ad un marketplace vuol dire far parte di una community in grado di creare connessioni con collezionisti internazionali.

    Inoltre a seconda delle piattaforme, è possibile usufruire di servizi collaterali a supporto del proprio business come consulenze e formazione (attraverso per esempio webinar) per la definizione e il potenziamento di strategie digitali.

    Sono quindi delle piattaforme indicate per incrementare le tue vendite? Forse, ma solo se utilizzate secondo obiettivi e all’interno di una strategia precisa. Inoltre sono una palestra ottimale per la tua logistica: vendere sui marketplace ti darà modo di gestire il tuo magazzino, gli ordini e il packaging.

    Una avvertenza importante: la vendita sui marketplace non si improvvisa, richiede capacità, strumenti, e tattiche da attuare a breve, medio e lungo termine. 

    Diventa quindi fondamentale acquisire competenze specifiche o avvalersi di un digital strategist professionista che lavorerà al tuo fianco per aiutarti a delineare la strategia migliore nei mercati nazionali e internazionali e ad accrescere la tua visibilità online.

    Photo Credits: Nelly Duff Gallery London

    Se anche tu vuoi implementare la tua strategia digitale per la tua attività di artista o professionista nel mondo dell’arte, contattaci

    Art Backers Agency è la prima agenzia di Marketing Culturale e Comunicazione interamente dedicata al mondo dell’Arte 3.0.
    Supportiamo gallerie, musei, istituzioni e brand extra-settore con strategie digitali tra fisico e online.

    Ultimi Articoli

    La Promozione dei Bookshop museali

    Il bookshop è quel luogo magico in cui è possibile acquistare un ricordo della visita al museo, approfondire un argomento particolare, acquistare il catalogo della mostra o un gadget da regalare.

    Art Rights Prize, il Primo Premio Digitale per Artisti

    Art Backers Agency è tra i partner di Art Rights Prize, il primo Premio d’Arte Internazionale Virtuale che si rivolge a tutti gli Artisti,

    Estetista Cinica per l’Arte e la Cultura: il caso del Tour Cinico in Italia

    Un furgone rosa itinerante sta portando in giro i prodotti creati da Cristina Fogazzi, ovvero L’Estetista Cinica che con oltre 700 mila follower su Instagram e founder del brand di cosmesi Veralab con l'obiettivo di promuovere e sostenere le bellezze artistiche del territorio italiano.

    Storytelling e Social Media

    Per questa ragione uno storytelling efficace è di fondamentale importanza per costruire una narrazione del proprio museo, galleria o attività nel mondo dell’arte che sia coinvolgente ed emozionante: le persone non acquistano solo opere d’arte, un biglietto per una mostra o un servizio, ma soprattutto storie.

    Scopri Art Rights

    Scarica l'eBook

    Scopri gli altri articoli